.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

sabato 19 aprile 2014

RELIGIONE, EVANGELO. Riguardo i falsi profeti

Qual’era il messaggio che i falsi profeti rivolgevano agli empi? Nel libro di Geremia troviamo scritto: "Dicono del continuo a quei che mi sprezzano: 'L’Eterno ha detto: Avrete pace'; e a tutti quelli che camminano seguendo la caparbietà del proprio cuore: "Nessun male v'incoglierà" (Geremia 23:17). Il loro messaggio dunque era un messaggio falso, che non procedeva dalla bocca di Dio, perché Dio nella legge aveva promesso di maledire coloro che lo avrebbero sprezzato e avrebbero camminato secondo la caparbietà del loro cuore (Deuteronomio 28:15-68). Per loro dunque non ci sarebbe stata alcuna pace, e Dio li avrebbe colpiti con castighi di ogni genere. I veri profeti di Dio infatti annunciavano agli empi che per loro non c’era alcuna pace, infatti Isaia diceva: "Non v'è pace per gli empi, dice l’Eterno" (Isaia 48:22), e Geremia annunciava la punizione di Dio contro di loro in questa maniera: "Le loro case saranno passate ad altri; e così pure i loro campi e le loro mogli; poiché io stenderò la mia mano sugli abitanti del paese, dice l'Eterno. Perché dal più piccolo al più grande, son tutti quanti avidi di guadagno; dal profeta al sacerdote, tutti praticano la menzogna. Essi curano alla leggera la piaga del mio popolo; dicono: 'Pace, pace', mentre pace non v'è. Saranno confusi perché commettono delle abominazioni; non si vergognano affatto, non sanno che cosa sia arrossire; perciò cadranno fra quelli che cadono; quando io li visiterò saranno rovesciati, dice l'Eterno. Ascolta, o terra! Ecco, io faccio venire su questo popolo una calamità, frutto dei loro pensieri; perché non hanno prestato attenzione alle mie parole; e quanto alla mia legge, l'hanno rigettata" (Geremia 6:12-15, 19).
Anche oggi il messaggio dei veri profeti si distingue nettamente da quello dei falsi profeti in quanto i primi riferiscono fedelmente la Parola di Dio esortando gli empi a convertirsi e avvertendoli dei giudizi di Dio che piomberanno su di essi se non si ravvedono, mentre i secondi profetizzano agli empi delle menzogne con le quali li lusingano fortificando così le loro mani talché nessuno si converte dalla sua malvagità.
Questa è la ragione per cui gli empi parlano bene dei falsi profeti, e vituperano e perseguitano invece i veri profeti.
"Guardatevi dai falsi profeti i quali vengono a voi in vesti da pecore, ma dentro son lupi rapaci. Voi li riconoscerete dai loro frutti. Si colgono forse delle uve dalle spine, o de’ fichi dai triboli? Così, ogni albero buono fa frutti buoni; ma l’albero cattivo fa frutti cattivi. Un albero buono non può far frutti cattivi, né un albero cattivo far frutti buoni. Ogni albero che non fa buon frutto, è tagliato e gettato nel fuoco. Voi li riconoscerete dunque dai loro frutti" (Matteo 7:15-20).

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

NOTIZIE DA MONDO

NOTIZIE VARIE - ITALIA


}, 10);