.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

mercoledì 29 luglio 2015

EVANGELICI. L’espressione "figlio dell'uomo"

L’espressione "figlio dell'uomo" ricorre più volte nella Bibbia per descrivere la razza umana. Ma «Figlio dell'uomo" è stato anche il titolo che Gesù Cristo ha usato più spesso per riferirsi a se stesso. Il termine si riferisce all'umanità di Gesù, ma non solo. Usando questo termine Gesù stava identificando se stesso con la figura descritta nella profezia di Daniele 7: 13-14 , uno simile a un figlio dell'uomo che veniva dal cielo e a cui è stato dato il potere eterno.

Daniele 7:13-14 - Io guardavo, nelle visioni notturne, ed ecco venire sulle nuvole del cielo uno simile a un figlio d'uomo; egli giunse fino al vegliardo e fu fatto avvicinare a lui; gli furono dati dominio, gloria e regno, perché le genti di ogni popolo, nazione e lingua lo servissero. Il suo dominio è un dominio eterno che non passerà, e il suo regno è un regno che non sarà distrutto.

Dicendo che era il Figlio dell'uomo, Gesù stava attestando che Egli era il Messia.

Matteo 18:11 - [Poiché il Figlio dell'uomo è venuto a salvare ciò che era perduto.]
Marco 10:45 - Poiché anche il Figlio dell'uomo non è venuto per essere servito, ma per servire, e per dare la sua vita come prezzo di riscatto per molti».
Matteo 25:31 - «Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti gli angeli, prenderà posto sul suo trono glorioso.  Enzo Maggio

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

NOTIZIE DA MONDO

NOTIZIE VARIE - ITALIA


}, 10);