.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

giovedì 24 dicembre 2015

Lettura biblica: 1 Giovanni 3:1-24

 24 Dicembre
"Figli di Dio o 
figli del diavolo"

Ci può forse sorprendere come l'apostolo Giovanni, nel testo della meditazione, si esprima in maniera così categorica, indicando senza esitazione le due sole possibili realtà nelle quali è possibile riconoscersi come esseri umani: "figli di Dio o figli del diavolo".
È vero che siamo tutti creature di Dio, ma non tutti siamo "figliuoli di Dio". Essere creature di Dio è una condizione che presuppone la possibilità di accedere al rango di figliuoli di Dio! Coloro i quali rifiutano questa possibilità vengono definiti "figli del diavolo". Ma a noi preme sopra ogni altra cosa evidenziare il privilegio di diventare "figliuoli di Dio".
1. Per divenire "figliuoli di Dio" bisogna accettare Gesù come Salvatore e Signore: "a tutti quelli che l'hanno ricevuto Egli ha dato il diritto di diventare Figliuoli di Dio" (1). È chiaro che per identificarsi con la famiglia di Dio a pieno titolo e con pieno diritto, bisogna essere "adottati" da Lui, instaurando con il Padre un rapporto filiale.
2. Per essere "figliuoli di Dio" bisogna avere la conferma dello Spirito di Dio nel proprio cuore: "lo Spirito stesso attesta insieme col nostro spirito che siamo figliuoli di Dio" (2). Iddio ci aiuti a esserGli riconoscenti per il dono meraviglioso della Sua grazia!
3. La manifestazione, ossia la testimonianza dei figliuoli di Dio sta nel praticare la giustizia divina contenuta nella Sua Parola.
4. Il messaggio dei figliuoli di Dio è l'amore reciproco, infatti il mondo conoscerà da questo "...che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri" (3).
5. Come figliuoli di Dio abbiamo diritto all'eredità promessa: "Siamo eredi di Dio e coeredi con Cristo" (4); "Non è ancora reso manifesto quel che saremo. Sappiamo che quando Egli sarà manifestato saremo simili a Lui" (5).
Possa la meditazione di questa parte della Parola di Dio portare ogni anima a rivedere profondamente la propria condizione spirituale, onde poter avere la certezza di essere stati fatti per grazia: figliuoli di Dio!
(1) Giovanni 1:12
(2) Romani 8:16
(3) Giovanni 13:35
(4) Romani 8:17
(5) 1 Giovanni 3:2                           
di Vendra Giuseppe

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

}, 10);