.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

venerdì 2 settembre 2016

Perché hai pregato

Leggi: Isaia 37:9-22, 33 | La Bibbia in un anno: Salmi 135-136 1 Corinzi 12

Non angustiatevi di nulla, ma in ogni cosa fate conoscere le vostre richieste a Dio in preghiere e suppliche, accompagnate da ringraziamenti.—Filippesi 4:6 Cosa fai con le tue preoccupazioni? Le tieni dentro di te o le porti a Qualcuno al di sopra di te?

Quando il brutale re Sennacherib si stava preparando a distruggere Gerusalemme, mandò un messaggio al re Ezechia dicendogli che Giuda avrebbe fatto la stessa fine di tutte le altre nazioni che aveva conquistato. Ezechia portò la lettera nel tempio a Gerusalemme e “la spiegò davanti al Signore” (Isa 37:14). Poi pregò e chiese aiuto all’Onnipotente Dio.

Poco dopo, il profeta Isaia portò questo messaggio da parte del Signore a Ezechia: “Poiché tu mi hai pregato riguardo a Sennacherib, re di Assiria, questa è la parola che l’Eterno ha pronunciato contro di lui . . .” (Isa 37:21-22 LND). La Scrittura ci dice che la preghiera di Ezechia ottenne risposta quella stessa notte. Dio intervenne in modo miracoloso, annientando l’esercito dei nemici fuori dalle mura della città. L’esercito degli Assiri non lanciò “alcuna freccia” (v. 33). Sennacherib lasciò Gerusalemme per non farvi più ritorno.

Le parole che Dio disse a Ezechia—“perché tu mi hai pregato”—mostrano chiaramente dove possiamo andare con le nostre preoccupazioni. Poiché Ezechia si era rivolto a Dio, Egli salvò il Suo popolo. Quando trasformiamo in preghiere le nostre preoccupazioni, scopriamo che Dio mostra la Sua fedeltà in modi inaspettati!

Padre, ti chiedo di aiutarmi a trasformare in preghiere le mie preoccupazioni. I miei problemi stanno meglio nelle Tue mani che nelle mie.

La preghiera muove la mano che muove il mondo.—E.M. Bounds

Fonte: ilnostropanequotidiano.org

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

}, 10);