.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

lunedì 27 febbraio 2017

AVVERTENZE. Chi odia il fratello non è nato da Dio

IN DIFESA DI COLORO CHE SUBISCONO DAI FALSI FRATELLI INGIURIE, E MALEDIZIONI SPIRITUALI
La parola, ci mette in guardia da queste persone FALSE, hanno l'apparenza della pietà, ma ne rinnegano la fede. Da questi fratelli e sorelle allontanatevi, perchè essi usano la parola di DIO per i loro scopi per far del male,ingiuriando i fratelli con parole offensive del tipo tu sei UNO STOLTO O INDEMONIATO.ECC....

DOVETE NASCERE DI NUOVO PER DIRE DI ESSERE CRISTIANI
Gli rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non rinasce dall'alto, non può vedere il regno di Dio».Gv.3:3.
Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito. Non ti meravigliare se t'ho detto: dovete rinascere dall'alto.Gv.3:6-7.

ESAMINATEVI SE SIETE NELLA FEDE.
Esaminate voi stessi per vedere se siete nella fede; provate voi stessi. Non riconoscete voi medesimi che Gesù Cristo è in voi? A meno che proprio siate riprovati. 2Cor.13:5.

SIETE VERAMENTE DELLE NUOVE CREATURE?
Una persona nato di nuovo, non usa queste parole contro un fratello, perchè sa,che il suo vecchio uomo non esiste più.
Sapendo dunque il timor che si deve avere del Signore, noi persuadiamo gli uomini; e Dio ci conosce a fondo, e spero che nelle vostre coscienze anche voi ci conoscete.2 Cor.5:11.

UNA PERSONA NATA DI NUOVO PUO' MALEDIRE IL FRATELLO?
Perciò vi faccio sapere che nessuno parlando per lo Spirito di Dio, dice «Gesú è anatema», e che altresí nessuno può dire: «Gesú è il Signore», se non per lo Spirito Santo! 1Cor.12:3.

ORA, SEI UNA NUOVA CREATURA.
Perciò, d’ora innanzi, smettiamola di valutare gli altri con la mentalità di questo mondo o secondo le apparenze. E se qualche volta, per sbaglio, abbiamo considerato Cristo in questo modo, da un punto di vista umano intendo, ora però non è più così! Se uno diventa cristiano, diventa una nuova creatura; le cose vecchie sono passate: tutto è diventato nuovo! 2Cor.5:16-17.

DICI DI CONOSCERE LA BIBBIA, MA IN REALTA' TU NON CONOSCI DIO.
Da questo sappiamo d'averlo conosciuto: se osserviamo i suoi comandamenti. Chi dice: «Lo conosco» e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui; ma chi osserva la sua parola, in lui l'amore di Dio è veramente perfetto. Da questo conosciamo di essere in lui. Chi dice di dimorare in Cristo, deve comportarsi come lui si è comportato.

NOI SIAMO FIGLI DI DIO, E NON FIGLI DEL DIAVOLO.
Quale grande amore ci ha dato il Padre per essere chiamati figli di Dio, e lo siamo realmente! 1Gv.3:1.
Carissimi, non vi scrivo un nuovo comandamento, ma un comandamento antico, che avete ricevuto fin da principio. Il comandamento antico è la parola che avete udito. E tuttavia è un comandamento nuovo quello di cui vi scrivo, il che è vero in lui e in voi, perché le tenebre stanno diradandosi e la vera luce già risplende. Chi dice di essere nella luce e odia suo fratello, è ancora nelle tenebre. Chi ama suo fratello, dimora nella luce e non v'è in lui occasione di inciampo. Ma chi odia suo fratello è nelle tenebre, cammina nelle tenebre e non sa dove va, perché le tenebre hanno accecato i suoi occhi. 1Gv.2:3-12.

CHI NON AMA IL FRATELLO E' DAL MALIGNO.
Poiché questo è il messaggio che avete udito fin da principio: che ci amiamo gli uni gli altri. Non come Caino, che era dal maligno e uccise il suo fratello. E per qual motivo l'uccise? Perché le opere sue erano malvage, mentre quelle di suo fratello erano giuste. 1Gv.3:11-12.
Chi dice di camminare nella luce di Cristo, ma odia il proprio fratello, rimane nelle tenebre. Ma chi ama il proprio fratello cammina nella luce e vede bene dove va, senza pericolo d’inciampare nel buio e nel peccato. Chi, invece, odia suo fratello, barcolla nel buio spirituale, senza sapere dove va, perché il buio gli impedisce di vedere.1Gv.2:9:11.

GLI ALBERI SI RICONOSCONO DAI LORO FRUTTI.
Un albero buono non dà frutti cattivi e un albero cattivo non dà frutti buoni. La qualità di un albero la si conosce dai suoi frutti: difatti non si raccolgono fichi dalle spine e non si vendemmia uva da un cespuglio selvatico. L'uomo buono prende il bene dal prezioso tesoro del suo cuore; l'uomo cattivo invece prende il male dal cattivo tesoro del suo cuore. Ciascuno infatti con la sua bocca esprime quel che ha nel cuore.Lc.6:43-46.

I FRUTTI DELLA CARNE. 
Che se vi mordete e vi divorate a vicenda, guardate che non siate consumati gli uni dagli altri.
Or io dico: Camminate secondo lo Spirito e non adempirete i desideri della carne,la carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; e queste cose sono opposte l'una all'altra, cosicché voi non fate quel che vorreste.
Ma se siete condotti dallo Spirito, voi non siete sotto la legge.
Ora le opere della carne sono manifeste e sono: adulterio, fornicazione impurità, dissolutezza,idolatria, magia, inimicizie, contese, gelosie, ire, risse, divisioni, sette,invidie, omicidi, ubriachezze, ghiottonerie e cose simili a queste, circa le quali vi prevengo, come vi ho già detto prima, che coloro che fanno tali cose non erediteranno il regno di Dio.Gal.5:15:21.

LI RICONOSCERETE DAI LORO FRUTTI.
Ma il frutto dello Spirito è: amore gioia, pace, pazienza, gentilezza, bontà, fede, mansuetudine, autocontrollo.Gal.5:22.
SEPARATEVI DA COSTORO, AMMONITELI SEVERAMENTE E PUBBLICAMENTE.

Evangelista Luciano Sigismondi

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

}, 10);