.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

lunedì 28 agosto 2017

INSEGNAMENTI. Dio non abita nei locali di culto

Uscite, popolo mio, da Babilonia per non associarvi ai suoi peccatie non ricevere parte dei suoi flagelli. Ap.18:4.

Oh se tu sapessi, almeno oggi, ciò che occorre per la tua pace! Ma ora è nascosto ai tuoi occhi.
Lc.19:42.

DIO non è un Dio che abita in templi fatti da mano d’uomo. I pastori che aspirano ad avere un locale come punto di ritrovo, lo chiamano la “CASA DI DIO” Gesù non ha mai insegnato che il nostro adunamento doveva necessariamente essere dentro ad un Tempio, in una Sinagoga, o in una Chiesa Cattolica, non c'è un solo versetto che faccia alludere a questo. Sono solo dottrine di demoni e precetti di uomini. Piuttosto VOI Pastori dal VOSTRO dolce lusinghiero parlare, fate credere che DIO abita nei VOSTRI LOCALI chiamati templi che sono lussuosi e SOPRATUTTO costosissimi.
Le dure parole di Gesù rivolte ai sacerdoti: Osservate dunque e fate tutte le cose che vi dicono di osservare; ma non fate come essi fanno, poiché dicono ma non fanno.Legano infatti pesi pesanti e difficili da portare, e li mettono sulle spalle degli uomini; ma essi non li vogliono smuovere neppure con un dito. Mt.23:3-4.
Amano i posti d'onore nei conviti e i primi posti nelle sinagoghe,e anche i saluti nelle piazze, e di sentirsi chiamare dagli uomini Pastore, Pastore. Mt.6-7.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti! Perché rassomigliate a sepolcri imbiancati, i quali di fuori appaiono belli, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putredine. Mt.23:27.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti! Perché edificate i sepolcri dei profeti e ornate i monumenti dei giusti. Mt.23:29. Questi pastori hanno l'animo alle cose alte della terra.
Pensate alle cose di lassù, non a quelle della terra.Col.3:2.
COSI' E' SCRITTO: L’Altissimo però non abita in templi fatti da man d’uomo, come dice il profeta: Il cielo è il mio trono, e la terra lo sgabello de’ miei piedi. Qual casa mi edificherete voi? dice il Signore; o qual sarà il luogo del mio riposo? Non ha la mia mano fatte tutte queste cose? Atti.7:48-49.
Il Dio che ha fatto il mondo e tutte le cose che sono in esso, essendo Signore del cielo e della terra, non abita in templi fatti da mani d'uomo,e non è servito dalle mani di uomini come se avesse bisogno di qualcosa, essendo lui che dà a tutti la vita, il fiato e ogni cosa. Atti 17:24-25.

GESU' PREDICO' PER LE STRADE E NELLE LORO SINAGOGHE.
Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino». Gesù andava attorno per tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe e predicando la buona novella del regno e curando ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. Mt.4:17-23.
Gesù gli rispose: Io ho parlato apertamente al mondo; ho sempre insegnato nelle sinagoghe e nel tempio, dove tutti i Giudei si radunano; e non ho detto nulla in segreto. Gv.18:20.
Ma Gesù gli disse: Le volpi hanno delle tane e gli uccelli del cielo dei nidi; ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo. Lc.9:58.
E li mandò a predicare il regno di Dio e a guarire gl’infermi. E disse loro: Non prendete nulla per viaggio: né bastone, né sacca, né pane, né danaro, e non abbiate tunica di ricambio. E in qualunque "casa sarete entrati dite pace a questa casa", in quella dimorate e da quella ripartite.
E quant’è a quelli che non vi riceveranno, uscendo dalla loro città, scuotete la polvere dai vostri piedi, in testimonianza contro a loro. Ed essi, partitisi, andavano attorno di villaggio in villaggio, evangelizzando e facendo guarigioni per ogni dove. Lc.9:2-6.
Gesù a Nazaret
Poi partì di là e andò nel suo paese e i suoi discepoli lo seguirono.
Venuto il sabato, si mise a insegnare nella sinagoga; molti, udendolo, si stupivano e dicevano: «Da dove gli vengono queste cose? Che sapienza è questa che gli è data? E che cosa sono queste opere potenti fatte per mano sua? Non è questi il falegname, il figlio di Maria, e il fratello di Giacomo e di Iose, di Giuda e di Simone? Le sue sorelle non stanno qui da noi?» E si scandalizzavano a causa di lui.
Ma Gesù diceva loro: «Nessun profeta è disprezzato se non nella sua patria, fra i suoi parenti e in casa sua». E non vi poté fare alcuna opera potente, ad eccezione di pochi malati a cui impose le mani e li guarì. E si meravigliava della loro incredulità.
La missione dei dodici apostoli
=(Mt 10; 11:1; Lu 9:1-6) Lu 10:1-20.
Gesù andava attorno per i villaggi circostanti, insegnando.
Or egli doveva passare per la Samaria. Arrivò in una città della Samaria, detta Sichar. Gv.4;4-5.

LE CHIESE PRIMITIVE NON AVEVANO LOCALI DI CULTO SI RIUNIVANO NELLE LORO CASE.
E perseveravano con una sola mente tutti i giorni nel tempio e rompendo il pane di casa in casa, prendevano il cibo insieme con gioia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. E il Signore aggiungeva alla chiesa ogni giorno coloro che erano salvati. Atti.2:46-47.
Salutate Priscilla ed Aquila miei compagni d'opera in Cristo Gesú, i quali hanno rischiato la loro testa per la mia vita; a loro non solo io, ma anche tutte le chiese dei gentili rendono grazie. Salutate anche la chiesa che è in casa loro; salutate il mio caro Epeneto il quale è la primizia dell'Acaia in Cristo. Rm.16:3-5.
Le chiese dell'Asia vi salutano Aquila e Priscilla, insieme alla chiesa che è in casa loro, vi salutano molto nel Signore. 1Cor.16:19.
Salutate i fratelli che sono a Laodicea, Ninfa e la chiesa che è in casa a sua. Col.4:15.
I fratelli che sono con me vi salutano, tutti i santi vi salutano, e soprattutto quelli della casa di Cesare. Fil.4:22.
Quando si rese conto della situazione, si recò alla casa di Maria, madre di Giovanni, soprannominato Marco, dove molti fratelli erano radunati e pregavano.
Appena Pietro bussò alla porta d'ingresso, una serva di nome Rode si avvicinò cautamente per ascoltare. E, riconosciuta la voce di Pietro, per la gioia non aprí la porta, ma corse dentro e annunziò che Pietro stava davanti all'ingresso. Atti 12:12-14.
Salutate Apelle che ha dato buona prova in Cristo. Salutate i familiari di Aristòbulo. Salutate Erodione, mio parente. Salutate quelli della casa di Narcìso che sono nel Signore. Rm. 16,10-11.
Ripartiti il giorno seguente, giungemmo a Cesarèa; ed entrati nella casa dell'evangelista Filippo, che era uno dei Sette, sostammo presso di lui. Egli aveva quattro figlie nubili, che avevano il dono della profezia. Eravamo qui da alcuni giorni, quando giunse dalla Giudea un profeta di nome Agabo. Atti.21:8-10.
Infatti, fratelli miei, mi è stato riferito da quelli di casa Cloe che tra di voi ci sono contese. 1Cor.1:11.48.

NOI SIAMO IL TEMPIO DELLO SPIRITO SANTO.
SIAMO LA SUA DIMORA.
E’ la Chiesa, dunque, cioè l’assemblea dei riscattati, la casa di Dio, perché Dio abita in mezzo ad essa, e ne ha fatto la Sua dimora.
Noi sappiamo infatti che se questa tenda ch’è la nostra dimora terrena viene disfatta, noi abbiamo da Dio un edificio, una casa non fatta da mano d’uomo, eterna nei cieli. 2Cor.5:1.
Voi dunque non siete più forestieri né ospiti, ma concittadini dei santi e membri della famiglia di Dio. Efes.2:19.2.
Avvicinandovi a lui, pietra viva, rifiutata dagli uomini ma scelta e preziosa davanti a Dio, quali pietre vive siete costruiti anche voi come edificio spirituale, per un sacerdozio santo e per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, mediante Gesù Cristo. 1 Pie.2:4-5.
Ma Cristo, come Figlio, lo è sopra la propria casa e la sua casa siamo noi, se riteniamo ferma fino alla fine la franchezza e il vanto della speranza. Eb.3:6.
Noi siamo infatti collaboratori di Dio; voi siete il campo di Dio, l'edificio di Dio.1 Cor.3:9.
Non sapete voi che siete il tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi? Se alcuno guasta il tempio di Dio, Dio guasterà lui, perché il tempio di Dio, che siete voi, è santo. 1Cor.3:16. Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi, il quale voi avete da Dio, e che voi non appartenete a voi stessi? Infatti siete stati comprati a caro prezzo, glorificate dunque Dio nel vostro corpo e nel vostro spirito, che appartengono a Dio. 1Cor.6:19-20.
Nel quale anche voi siete insieme edificati per essere una dimora di Dio nello Spirito.Efes.2:22.

NON FATEVI GARANTI DI COSTORO NON DATE I VOSTRI SOLDI PER COSTRUIRE LOCALI DI CULTO.
Chi garantisce per un estraneo si troverà male,chi avversa le strette di mano a garanzia,vive tranquillo. Prov.11:15.
Figliuol mio, se ti sei reso garante per il tuo prossimo, se ti sei impegnato per un estraneo, sei colto nel laccio dalle parole della tua bocca, sei preso dalle parole della tua bocca. Fa’ questo, figliuol mio; disimpegnati, perché sei caduto in mano del tuo prossimo. Va’, gettati ai suoi piedi, insisti, non dar sonno ai tuoi occhi né sopore alle tue palpebre; Disimpegnati come il capriolo di man del cacciatore, come l’uccello di mano dell’uccellatore.
Prov. 6:1-5.
CHI HA ORECCHIE DA UDIRE ODA.

Evangelista Luciano Sigismondi

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

}, 10);