.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

martedì 8 agosto 2017

PUNTI BIBLICI. L'idolatria un problema di sempre e di chi non conosce Dio

"Quando Cornelio si inginocchiò davanti a Pietro lo stava adorando/venerando". 
Aveva pensieri idolatrici, perché solo Dio può essere adorato. Per forza i cattolici commettono idolatria. Anche se non avessero tutte quelle statue e non si inginocchiassero, sarebbe comunque idolatria, dato che hanno gli stessi pensieri che hanno quando adorano a Dio. Non ci vuole molto a capirlo:
Mentre Pietro entrava, Cornelio, andandogli incontro, si inginocchiò davanti a lui.
Ma Pietro lo rialzò, dicendo: «Àlzati, anch'io sono uomo!» (Atti 10:25-26)
Se il termine venerare fosse esistito al tempo in cui avvenne questo fatto, non avrebbe avuto senso se l'angelo avesse chiesto a Giovanni se lo stava adorando oppure venerando. Se Giovanni lo stava adorando, lo stava venerando. Nonostante la chiesa cattolica faccia passare per cosa innocente venerare gli angeli, i santi e maria, i due termini sono la stessa cosa:
Io, Giovanni, sono quello che ha udito e visto queste cose. E, dopo averle viste e udite, mi prostrai ai piedi dell'angelo che me le aveva mostrate, per adorarlo. Ma egli mi disse: «Guàrdati dal farlo; io sono un servo come te e come i tuoi fratelli, i profeti, e come quelli che custodiscono le parole di questo libro. Adora Dio!» (Apocalisse 22:8-9)
Dimitri Kovalenko

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

NOTIZIE DA MONDO

NOTIZIE VARIE - ITALIA


}, 10);