.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

lunedì 25 settembre 2017

STUDIO BIBLICO. Cosa possiamo apprendere dall'evento di Giobbe e perché Satana volle colpirlo?

"Hai notato il mio servo Giobbe? Poiché sulla terra non c'è nessun altro come lui, che sia integro, retto, tema DIO e fugga il male. Egli si mantiene saldo nella sua integrità, nonostante tu mi abbia istigato contro di lui per rovinarlo senza alcun motivo". 
Allora Satana rispose all'Eterno e disse: "Pelle per pelle! Tutto ciò che possiede, l'uomo è disposto a darlo per la sua vita. Ma stendi la tua mano e tocca le sue ossa e la sua carne e vedrai se non ti maledice in faccia". L'Eterno disse a Satana: "Eccolo in tuo potere; risparmia però la sua vita".
Così Satana si ritirò dalla presenza dell'Eterno e colpì Giobbe di un'ulcera maligna dalla pianta dei piedi alla sommità del capo. (Giobbe 2:3-7)
Da questi versi possono nascere domande come: avendo avuto quella conversazione con Satana Dio si alleò malvagiamente con lui e questo significa che può sbagliare? Dio disse a Satana di non togliere la vita a Giobbe, contando che Satana poteva togliergliela facendo di testa sua? Questo significa che Dio non è onnipotente?
Anche se Dio ebbe quella conversazione con Satana, non significa che Dio si alleò malvagiamente con lui e che può sbagliare. Dio non può sbagliare e non può essere tentato dal male (Giacomo 1:13). Quello che fa è sempre giusto. Sopra di lui non c'è nessuno e non deve renderne conto a nessuno. In quel caso Dio disse a Satana di risparmiare la vita di Giobbe, ed era volontà di Dio che Satana non ammazzasse Giobbe, quindi non nasce il problema che Satana facendo di testa sua poteva ammazzare Giobbe, perché quello che pensa, dice e fa Satana è sempre volontà di Dio, e questo smentisce il fatto che secondo un'interpretazione errata di questo passo biblico Dio non sembra essere onnipotente. Infatti Satana disse a Dio di stendere la sua mano su Giobbe. 
Perché glielo disse? Perché Satana sa che tutto è volontà di Dio, anche quello che pensa, dice e fa, e quello che pensano, dicono e fanno tutte le creature. Fu Satana che agì in modo diretto contro Giobbe, e forse usò anche i suoi angeli che gli obbediscono, e Satana e i suoi angeli possono usare anche gli uomini come loro strumenti. Però fu volontà di Dio che tutto questo accadesse. Gli angeli caduti come Satana agiscono sempre per malvagità, ma Dio agisce sempre per un giusto scopo in qualsiasi caso, proprio perché è Dio e non può sbagliare.

Questo episodio ci fa capire alcune cose che avvengono nella vita. Satana voleva che Dio colpisse Giobbe soprattutto perché era un'uomo che seguiva Dio in modo totale, e questo a lui gli dava fastidio, perché i demoni come lui odiano il bene e amano solo il male. Dio usò Satana e usa tutt'ora Satana e i suoi demoni per testare la fede dei suoi figli (Giacomo 1:2-3). Non si sa se Dio manda mali come malattie ai suoi figli per testargli la fede, come fece con Giobbe. E' probabile che abbia continuato a farlo e che lo faccia tutt'oggi, ma non c'è certezza. Ebrei 11:36-37 parla di alcuni che furono messi alla prova tramite scherni, frustate, catene, prigionia, lapidazioni, furono segati, uccisi di spada etc.. Attenzione, un figlio di Dio può subire mali come punizione perché può aver fatto qualcosa di sbagliato che ha fatto adirare Dio. Quelli che si trovano nella via che conduce alla perdizione e che subiscono mali, li subiscono presumibilmente come punizioni (Apocalisse 16:1-2) e non come test della fede o per essere riconosciuti degni di ereditare la vita eterna (Giacomo 1:2-3; 2 Tessalonicesi 1:5).

GRUPPO DI STUDIO TEOLOGICO | Dimitri Kovalenko

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

NOTIZIE DA MONDO

NOTIZIE VARIE - ITALIA


}, 10);