.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

martedì 5 dicembre 2017

Esistono tante denominazioni, ma “Dio non è di nessuna religione”

Esistono tante denominazioni a carattere religioso nel mondo, e in tanti parlano di Dio. Ma chi parla veramente da parte di Dio? In altri termini, chi è nella verità?
La Parola di Dio, la Bibbia, ci insegna chi è la verità assoluta. Gesù disse: “Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me” (Giov. 14:6).
L’affermazione di Gesù “nessuno viene al Padre se non per mezzo di me”, fa comprendere che non può esistere un vero rapporto tra noi e Dio Padre che non passi attraverso la conoscenza e la presenza di Gesù nella nostra vita. Non è, pertanto, l’appartenenza ad uno piuttosto che ad un altro gruppo religioso, il modo con cui un uomo può essere gradito a Dio. Gesù, con grande amarezza e dispiacere, un giorno, disse nei confronti dei farisei Giudei che si vantavano della propria religiosità e tradizione: “Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da me. Invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti d’uomini” (Mat. 15:8-9).

A volte il fatto di essere nati in una nazione come l’Italia che si definisce “cristiana” induce le persone a non cercare Dio pensando di averLo già realizzato nella propria vita. Si crede cioè di essere cristiani per eredità, in quanto i propri antenati erano definiti tali. Ma ciò corrisponde realmente alla volontà di Dio per ognuno di noi?

Giovanni Battista fu molto preciso in questo senso: fece comprendere ad alcune persone che non potevano essere ritenute figli di Dio semplicemente perché erano discendenti di Abraamo. Infatti Giovanni Battista disse : “E non pensate di dir dentro di voi: abbiamo per padre Abramo; perché io vi dico che Dio può da queste pietre far sorgere dei figli ad Abraamo” (Matteo 3:9).

Questa verità è confermata anche da Gesù che dice: “Ecco, io sto alla porta (del cuore) e busso: se qualcuno ascolta la mia voce ed apre la porta, io entrerò da lui e cenerò con lui ed egli con me” (Apoc. 3:20), avrò comunione con lui ed egli con me.

Occorre quindi cercare e trovare Dio nella propria vita. Cercare una religione non giova a nulla. È scritto: “Il Signore gradisce forse gli olocausti e i sacrifici quanto l’ubbidire alla sua voce? No, l’ubbidire è meglio del sacrificio” (I Sam. 15:22). Certo, l’ubbidienza alla Parola di Dio è la giusta via verso il cielo. Non si conosce Dio attraverso l’osservanza di riti, pratiche ed opere, che magari non hanno alcun fondamento biblico e sono imposti dall’uomo tramite una religione.

Alessio Sibilla | Notiziecristiane.com

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

}, 10);