.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

venerdì 15 dicembre 2017

ESORTAZIONE. Dobbiamo pregare di più

di J. Hudson Taylor – Un giovane fu chiamato al campo di missione. Non era abituato a predicare ma sapeva una cosa, come prevalere in preghiera con Dio. 
Andando un giorno da un suo amico, gli disse: “Io non vedo come Dio possa usarmi nel Suo campo. Io non ho nessun talento particolare. ” Il suo amico rispose:
“Fratello, Dio vuole uomini nel Suo campo che sappiano e possono pregare.

Ci sono troppi predicatori e troppo pochi ‘pregatori’». E andò via.

Nella sua stanza, quando era appena l’alba, si udì un pianto dirotto e una grande intercessione per le anime. Per tutto il giorno la porta rimase chiusa e il silenzio che regnava sembrava come un dolce camminare, dell’anima che stava lottando con Dio.

In quella casa, anime affamate sarebbero arrivate a frotte, attirate da una forza irresistibile. Nelle prime ore del mattino qualcuno poteva chiamare e dire: “Io sono venuto a casa tua così tante volte desiderando di poter entrare. Puoi dirmi come posso essere salvato?” O da qualche altro luogo lontano qualcun altro poteva chiamare dicendo: “Ho sentito che tu puoi dirci come possiamo trovare pace nel nostro cuore”

Ah, il mistero era stato sciolto. In quella stanza segreta si è supplicato per le anime dei perduti e sono state reclamate. Lo Spirito Santo sapeva esattamente dove si trovavano e li portò lì.

Ricorda questo: se tutti quelli che leggeranno queste righe si aggrappassero a Dio, con santa violenza e indomabile perseveranza in preghiera di fede viva, un mucchio di cose accadrebbero, cose che avevamo cercato invano di vincere con la nostra fragile saggezza e potenza umana.

Il potere della preghiera non è mai stato esperimentato in tutta la sua capacità, in nessuna chiesa. Se vogliamo vedere le potenti meraviglie della grazia e della potenza Divina, in luogo della debolezza, del fallimento e della delusione, che tutta la Chiesa risponda alla sfida di Dio: “Invocami, e io ti risponderò, ti annunzierò cose grandi e impenetrabili che tu non conosci”. (Geremia 33:3).

Da: Chiesadiroma.it

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

}, 10);