.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

martedì 5 giugno 2018

EDAP. Riflettiamo su ciò che disse Gesù riguardo l'apocalisse

Matteo 24:15 Quando dunque vedrete l'abominazione della desolazione, della quale ha parlato il profeta Daniele, posta in luogo santo (chi legge ponga-vi mente!)...”
PS: troverete “ponga-vi mente” oppure altre versioni “faccia attenzione”.

Oggigiorno (ma senza porvi mente) ogni cosa che succede, soprattutto dai mass media, viene subito collocata all'apocalisse. Mentre invece, per i credenti non deve essere così; poiché il credente
(parlo di quelli che hanno creduto per mezzo delle scritture) essendo fedele deve invece porvi mente. Di quale mente parliamo se non di quella di Gesù? Ciò è quella delle scritture! Essendo noi guidati dallo Suo Spirito? Certo che è cosi.

Bene! Ora passiamo al nocciolo della situazione...
In effetti, tutto quello che sta accadendo ai nostri giorni non è altro che ciò che disse Gesù nel discorso profetico in:

Matteo 24:6-8 Voi udrete parlare di guerre e di rumori di guerre; guardate di non turbarvi, infatti bisogna che questo avvenga, ma non sarà ancora la fine. Perché insorgerà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo non sarà che principio di dolori”.

Come noterete, il Signore Gesù, oltre a spiegare ai Suoi discepoli che cosa sarebbe successo in avvenire (Matteo 24:1-2 Mentre Gesù usciva dal tempio e se ne andava, i suoi discepoli gli si avvicinarono per fargli osservare gli edifici del tempio. Ma egli rispose loro: «Vedete tutte queste cose? Io vi dico in verità: Non sarà lasciata qui pietra su pietra che non sia diroccata».) ma è anche subito pronto ad incoraggiarli. E conoscendo la loro debolezza li esorta a non preoccuparsi, perché sapeva anche che non erano ancora ripieni dello Spirito Santo, poiché non era ancora sceso su di loro e quindi non avrebbero avuto ne la forza per sopportare tali cose, ne la sapienza per capire.

Per tanto, dobbiamo andare più dietro alla Parola che dietro ai media, che non conoscendola, il loro maggior interesse è quello di far scalpore nelle cose che scrivono e di conseguenza seminano paure nelle persone. Infondo, loro non possono fare altro che questo, poiché essi scrivendo queste cose non solo per vivere ma fanno anche carriera e ne ricevono promozioni dai loro superiori e quindi anche aumenti sullo stipendio.
Dobbiamo pur dire che essi hanno bisogno delle nostre preghiere affinché convertendosi i loro preziosi talenti potranno essere messi a disposizione di Dio che li ha creati.

Leggiamo ancora in:
Matteo 24:9 Allora vi abbandoneranno all'oppressione e vi uccideranno e sarete odiati da tutte le genti a motivo del mio nome.
Matteo 24:10 Allora molti si svieranno, si tradiranno e si odieranno a vicenda.
Matteo 24:11 Molti falsi profeti sorgeranno e sedurranno molti.
Matteo 24:12 Poiché l'iniquità aumenterà, l'amore dei più si raffredderà.
Matteo 24:13 Ma chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato.

Passando ad un altro versetto possiamo vedere che sempre in Matteo 24 ,nel versetto 4, Gesù rispose loro:“Guardate che nessuno vi seduca”.
Infatti, anche se non sembra che i media compaiano come seduttori, essi sono di conseguenza “collaboratori”, che inconsciamente aiutano e fanno da supporto, per i seduttori. Questi ultimi però, agiscono come essendo coscienti delle loro opere e se pur conoscendo l'esistenza di Dio lo fanno comunque per rendere un servizio al padre loro che è il diavolo! Del quale essi servono senza alcuna difficoltà.

Ecco che ora arriveremo alla fine di questo piccolo intervento attraverso la Parola...

Matteo 24:14 E questo vangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo, affinché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; allora verrà la fine”.

Noi crediamo che tutta la scrittura è ispirata da Dio e non abbiamo altro scopo se non quello che gli altri vengano a conoscenza della Verità attraverso di Essa (poiché la Parola è la Verità!) e che avendo lo Spirito di Dio che ci aiuta a realizzare la verità della Parola nei nostri cuori, e che riconosciamo anche che Egli stesso è lo Spirito della verità; ciò è: lo Spirito della rivelazione (dal greco “Apocalisse”).

Quindi Essa non solo è la Parola scritta (che è Verità) ma anche la Parola rivelata (cioè spiegata) che attraverso alla rivelazione ci da la possibilità di capire il vero senso delle cose di Dio, e soprattutto come Dio vuole che noi tutti la comprendiamo (la parola). Senza farne confusione (come accadde ai tempi a Babele) ne giungere a discussioni inutili che diano delle false interpretazioni suscitate dalla nostra mente terrena, naturale e diabolica. Che di conseguenza non può capire le cose di Dio perché non è guidata dallo Spirito di Dio; Ma da uno spirito umano che non fa altro che vantarsi di cose che non può interpretare, poiché senza accettare Gesù come personale Salvatore è reso impossibile, ma solo in Lui che ci Ha fatto grazia offrendo la Sua vita sul duro legno della croce per poter dire: Padre tutto è compiuto”!

Amico, chiunque tu sia, se non accetti Gesù e credi che Egli è il Figlio di Dio che è venuto anche per te, ma nel caso contrario per te ci sarà solo desolazione anziché salvezza.
Ma siccome nessuno potrà dire quando sarà la fine, anche se è imminente; sei ancora in tempo perché siamo all'inizio delle sofferenze apocalittiche, ma chi potrà dire quanto tempo ancora ci sarà concesso da Dio? Perciò non esitare e chiedi a Lui il piano di redenzione che Egli ha programmato per te e per tutti i tuoi cari affinché tu e i tuoi potrete ricevere la vita eterna offerta da Dio in Gesù, il Suo Unigenito Figliuolo che per noi morì e che risuscitò dai morti per salire in cielo per preparare una dimora anche per noi.
Affinché la morte non ci colpirà e la sofferenza sarà soltanto per questo tempo e al solo scopo di farci conoscere meglio Dio e il Suo piano di salvezza nella nostra vita.

Dio ci benedica!

EDAP: Evangelo Dottrina & Avvento Profetico

VARIE TESTMONIANZE CRISTIANE

}, 10);