.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

ULTIME NOTIZIE - EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico

▼ PRIMO PIANO ▼

venerdì 6 luglio 2018

EDAP. Il dramma attuale degli inquirenti; lo stesso che fu nei tempi di Gesù

Quello che stiamo vedendo in questi ultimi tempi, riguardo a tutti gli omicidi che si commettono tra le nostre mura e nella nostra Nazione, è veramente inammissibile. Oltre a l'orribile fatto che ci siano persone, o addirittura bambini che muoiono in maniera atroce, è ancor di più inaccettabile il fatto che abbiamo un corpo di polizia, carabinieri e polizia urbana compreso corpi di competenza che non sono capaci di trovare il vero responsabile di questi reati. Lo si vede dal fatto che il primo che si trova e che sta più vicino alla vittima ne diventa vittima egli stesso. Allora io mi chiedo:
“Una persona deve aver paura di denunciare un crimine
oppure deve esserne fiero di farlo con tutta libertà, avendo piena fiducia nelle forze dell'ordine”?
Forse si dovrebbe, innanzitutto capire bene i fatti e come sono realmente accaduti per averne una piena conoscenza; in modo che nessun povero disgraziato ne paghi le conseguenze ingiustamente.

Ma forse è molto più facile chiudere i casi senza perdere tempo, che è anche più conveniente!

Ma sappiate bene che non è per niente giusto che per la poca voglia di esercitare il vostro ruolo gli altri debbano pagare ingiurie, calunnie e giorni, mesi o addirittura anni di galera!!! La galera è giusta, ma è giusta per coloro che hanno sbagliato e non per chi non ha fatto niente.

Vi state e vi siete abituati così tanto a comportarvi in questo modo che non avete più alcun riguardo a commettere certe cose. Però dovete pur sapere che c'è già da tempo un monito fatto anche per voi, che continuate a fare le stesse cose che facevano i vostri antenati; le guardie Romane. Avide e brutali che, addirittura si compiacevano nel fare certe cose e si divertivano sopratutto sulla classe più debole e poco protetta dalle autorità giuridiche.
PS: Sappiamo bene che se non possiedi nulla, non potrai promettere nulla e di conseguenza non avrai il loro sostegno!

Nei tempi dei regnanti più cattivi e ingiusti dell'epoca dell'Impero Romano ricordiamo il tetrarca Erode e l'influente religione Farisaica.

Roma: il potere del governo.

Gesù o Barabba?
Marco 15:6-15; Luca 23:13-25; Giovanni 18:39-40

Matteo 27:15-18 “Ogni festa di Pasqua il governatore era solito liberare un carcerato, quello che la folla voleva. Avevano allora un noto carcerato, di nome Barabba. Essendo dunque radunati, Pilato domandò loro: «Chi volete che vi liberi, Barabba o Gesù detto Cristo?» Perché egli sapeva che glielo avevano consegnato per invidia”.

Erode: il potere del regnante che tutto gli è permesso.

Erode fa uccidere i bambini innocenti.

Matteo 2:16-18 “Allora Erode, vedendosi beffato dai magi, si adirò moltissimo, e mandò a uccidere tutti i maschi che erano in Betlemme e in tutto il suo territorio dall'età di due anni in giù, secondo il tempo del quale si era esattamente informato dai magi. Allora si adempì quello che era stato detto per bocca del profeta Geremia: «Un grido si è udito in Rama, un pianto e un lamento grande: Rachele piange i suoi figli e rifiuta di essere consolata, perché non sono più».

Farisei: il potere religioso che non può eseguire condanne ma delega altri a farlo.

La Passione; La congiura contro Gesù.
(Marco 14:1-2; Lu 22:1-2)

Matteo 26:1-5 “Quando Gesù ebbe finito tutti questi discorsi, disse ai suoi discepoli: «Voi sapete che fra due giorni è la Pasqua, e il Figlio dell'uomo sarà consegnato per essere crocifisso». Allora i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo si riunirono nel palazzo del sommo sacerdote che si chiamava Caifa,e deliberarono di prendere Gesù con inganno e di farlo morire. Ma dicevano: «Non durante la festa, perché non accada qualche tumulto nel popolo».

Potere senza grazia, potere spietato e senza misericordia per l'essere umano che è costretto a pagare senza che nessuno si prenda cura di lui e senza avere qualcuno che si occupi di lui nel momento del suo bisogno; dandosi a coloro che ne hanno bisogno senza interesse e senza dover guadagnarci nulla. Ma tutto ha un prezzo e un costo! E non dovrebbe essere così perché si tratta di persone e non di elementi che non hanno un anima.

Ecco cosa disse Giovanni Battista in maniera specifica:

Luca 3:14 “Lo interrogarono pure dei soldati, dicendo: «E noi, che dobbiamo fare?» Ed egli a loro: «Non fate estorsioni, non opprimete nessuno con false denunzie, e contentatevi della vostra paga».”

Come possiamo vedere nelle riga precedenti che c'è una riprensione per tutti e nessuno è escluso poiché Giovanni il Battista rappresentava Dio stesso essendo rivestito direttamente dalla Sua autorità.
Perciò prendiamo in considerazione la Parola di Dio che sarà una delle prime autorità e nello stesso momento una delle ultime; come disse Gesù riguardo a ciò: “Cielo e terra passeranno ma le Mie Parole non passeranno giammai in Eterno”.

Ora se qualcuno vuole ravvedersi e cambiare la sua vita in modo che non dovrà trovarsi a fare i conti con Dio nel giorno del giudizio, giorno che verrà sicuramente e senza ritardare molto, potrà da oggi stesso pentirsi di tutto quello che ha fatto nel passato “parlo in particolar modo di voi forze dell'ordine”. Pentendosi e accettando tutto in forma di peccato e non di benemerito poiché il male è male e il bene è bene, “poiché i veri conti si faranno con Dio” e nessuno può fare cosa buona se non gli viene concessa dall'alto. E come potrai fare cose buone se prima non ti ravvedi?

Giovanni 1:12-13 “Ma a tutti quelli che l'hanno ricevuto Egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel Suo nome; i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d'uomo, ma sono nati da Dio”.

Possiamo notare nelle ultime parole “ma sono nati da Dio” vuole dire nati dall'alto poiché uno solo è nel cielo: Dio, e Gesù Cristo il Suo Figliuolo. Benedetti in Eterno. Amen.

EDAP: Evangelo Dottrina Avvento Profetico
}, 10);